Comunicato stampa n. 1 - 34° Rally della Marca


  • 16/06/2017
  • 72

Valdobbiadene, 16 giugno 2017

34° Rally della Marca: “Come Pietra di Smeraldo”

Quando si scrive o ci si sofferma a pensare ad una gara di rally non si riesce a scindere il concetto di “sport” da quello di “territorio”. Forse ciò lo si potrà fare per altre discipline, ma quando parliamo di “Rally”, la cosa diventa impossibile, in quanto esprime significati troppo legati l’uno all’altro e troppo determinanti sono i loro fattori ambientali, analizzati anche ai fini del risultato finale o della preparazione della vettura o all’assunzione di specifiche soluzioni meccaniche che vengono poi studiate proprio in funzione della conformità delle “Speciali” e dell’altitudine raggiunta in gara.

Siamo arrivati a Giugno … siamo arrivati alla terza gara di questo meraviglioso Campionato e, dopo aver salutato l’azzurro dell’Elba e del Garda, la variopinta carovana FORD Racing comincerà a salire verso le montagne e verso cime sempre più alte, per raggiungere, per  prima, la cittadina di Valdobbiadene sede del 34° Rally della Marca come in un ipotetico cammino, quasi mistico, sapendo di trovare poi, anche a San martino di Castrozza e ai confini della Slovenia le radici della nostra disciplina,  la  sua “storia” e  l’origine di questa nostra  incredibile passione.

“Monte Tomba”: il nome di per sé non deve allarmare, perché in realtà’, lungo quei sentieri delle colline venete, una volta di guerra, prima acciottolati e poi impreziositi dall’asfalto, si sono combattute sì, battaglie epiche per difendere una patria ancora fragile, ma sono diventati anche, una volta assurti a simbolo e monito del nostro patriottismo, la culla di piloti e di rallisti famosi nel tempo: eroi di ieri e dei nostri giorni, soldati dagli elmi lucenti e dalle corazze ignifughe.

A Stefano Baccega, Giuseppe Bergantino, Giuseppe Testa: i Piloti Ford Racing, in gara, non diremo di controllare la pressione delle gomme o di regolare la taratura gli ammortizzatori o di gestire al meglio le rispettive posizioni di classifica ... questi, sono tutti “gesti” da loro perfettamente conosciuti, radicati nella loro sete di professionismo. Diremo loro solamente di ricordarsi che lungo queste prove speciali, corse tra uve  e castagneti,  uomini come Munari, Tony, Vudafieri, Rohl, Bacchelli, Ceccato, Tognana, Waaldegard, hanno scritto le prime pagine del nostro sport e che adesso spetta a loro, nuova generazione, continuarne  la stesura,  proiettati  in un successivo  capitolo  lungo  trecento chilometri che, iniziando dalla piccola piazza di Valdobbiane, li porterà,  dopo  nove  difficili Speciali,  a scoprire  l’ospitalità e l’entusiasmo di un intero paese incastonato  come pietra di smeraldo tra i filari difficili dei suoi vigneti; e Voi, se condividete  questa nostra stessa passione, seguiteci su  Facebook … e sarete con noi partecipi in questa nostra nuova avventura sportiva.

Ufficio stampa
Ford Racing

Partenza gara: Valdobbiadene (TV) 23 Giugno ore 20:31 Arrivo finale: Valdobbiadene (TV) 24 Giugno ore 18:45. Chilometri totali di gara: 301,34. Numero delle speciali: 9.  Chilometri totali delle speciali: 125,64   

Classifica Assoluta dopo Rally 1000 Miglia: Albertini 30 pt; Miele 20; Fontana 18; Porro 16; Testa 9; Signor 6; Pedro 4; Bianco 3; Bergantino 2. Classifica categoria R5: Gasperetti 15Pt; Efrem 15; Bergantino 12; Michelini 12; Niboli 10; Bettini 10; Catterina 8; Roveta 8; Oriella 6; Daprà 6; Erbetta 6;

Condividi su