Altre News

Mattia Scandola al via del Rally Italia Sardegna, secondo round del CIRT


  • 02/06/2021
  • 407
Condividi

 

Protagonista su sfondo sterrato, in occasione al secondo round del Campionato Italiano Rally Terra, al Rally Italia Sardegna si vedrà l’esordio sulle strade dell’isola che profumano di aria mondiale, il pilota Mattia Scandola affiancato da Franco Alessandro in azione con la Ford Fiesta categoria R2B accompagnato dalla Scuderia Daytona Race.

In programma ridotto rispetto alla tabella di marcia dei partecipanti al mondiale prevede lo Shake-down di Giovedì 3 Giugno alle ore 15:00 mentre la gara avrà la partenza il Venerdì 4 Giugno ore 11:45 a Olbia Isola Bianca con l’arrivo sempre a Olbia - Banchina Bosazza alle ore 18:30. La competizione si articolerà su due sole prove speciali “Filigosu - Sa Conghedda” e “Terranova” ciascuna da ripetere per due volte per un totale di 73,30 chilometri tratti cronometrati e 225,91 chilometri la lunghezza del percorso.

Un percorso fortemente ridotto rispetto agli altri anni passati, in conseguenza delle riduzioni attuate dalla federazione italiana ACI volte alla riduzione dei costi dovute alla crisi pandemica, ed è opportuno ricordare che anche questa gara sarà a porte chiuse come da normativa vigente in materia DPCM.

Si preannuncia in terra sarda una sfida del sapore unico, dove il driver veneto saprà sicuramente trovare la giusta concentrazione per portare a casa un risultato di grande livello come da tradizione familiare che da sempre è impegnata nel settore dei Rally.

Pilota Mattia Scandola: “Per la Sardegna quest’anno si prospetta una gara molto difficile in quanto transitando sulle prove speciali dopo il passaggio delle vetture del Campionato del Mondo sicuramente le strade sono molto rovinate però anche questo è il rally, sarà un valore aggiunto visto che le condizioni non si possono decidere essendo una gara su fondo sterrato che è soggetta a continue mutazioni dopo il passaggio dei concorrenti. Secondo il mio punto di vista sulle prove speciali sarà necessario e fondamentale stare attenti a non danneggiare la vettura riducendo la possibilità di rotture meccaniche e forature di pneumatici così da riuscire a concludere la gara sperando con un buon risultato.

E’ la prima volta in vita mia che vedo queste strade pertanto il mio obiettivo in questo week-end è imparare la gestione della vettura in condizioni estreme. Personalmente non mi pongo grandi aspettative sul risultato perché appunto è una gara nuova per me ma sicuramente sarà interessante confrontarsi con gli Junior del mondiale e speriamo che vada tutto bene.”

 

Ufficio Stampa

Ford Racing Italia

Condividi